Museo storico Alfa Romeo - Arese

Un punto di ripartenza del marchio italiano della auto sportive
Museo storico Alfa Romeo - Arese

Lo sapevate che a due passi da Milano è nato di recente un museo bellissimo dedicato ad uno dei marchi più prestigiosi dell’auto al mondo, quello dedicato all’Alfa Romeo, ad Arese?

Museo storico Alfa Romeo - Arese

Una sala del museo Alfa Romeo

La “macchina del tempo”, così viene giustamente definito il museo sul sito ufficiale, ci permette di viaggiare dal 1910, data di fondazione del marchio, fino ad oggi. L’affascinante avventura ci permette di vivere emozioni profonde, soprattutto per coloro che per meriti anagrafici hanno potuto vedere di persona le vicende della casa lombarda motori. 

Ma il percorso risulta ancor più emozionante soprattutto per i giovani che poco conoscono della storia di questo glorioso marchio che ha fatto parlare di sé nel mondo per le sue imprese nelle gare automobilistiche ed ha fatto girare la testa agli appassionati e non per il design delle vetture e le prestazioni dei suoi motori.


La storia ha un perché e le sue origini. Una volta le automobili venivano create dal vivo, dal battilastra che lavorava sotto la direzione del disegnatore che faceva parlare la lamiera. Le vetture venivano costruite “da fuori” per chi le guardava.  I “carrozzieri”, oggi chiamati designer, volevano trasferire un messaggio di stile, di dinamicità di velocità. Poi si passava agli interni che venivano di conseguenza. L’ergonomia ancora doveva nascere e gli stilisti avevano ampia libertà. L’aerodinamica e i consumi non erano rilevanti e non influenzavano la progettazione delle automobili come lo fanno ora insieme alla sicurezza. Il design parlava di bellezza e creatività. In purezza.

I motori facevano il resto e aggiungevano passione allo stile. Il loro rombo non era limitato da norme, ancorché corrette per il buon vivere comune, ma era il risultato del lavoro di progettisti e ingegneri che combattevano con la concorrenza per vincere le gare sportive che fornivano il prestigio al  marchio e permettevano di far conoscere in ogni angolo della terra le vetture italiane. Il mito si è creato sulle piste dove piloti pionieri leggendari e tenaci correvano, sprezzanti del pericolo che quei carri a motore portavano con sé.

Museo storico Alfa Romeo - Arese

Alfa Romeo 159 del 1951

Dai circuiti automobilistici si passava con un passo veloce al cinema e lì veniva consacrato il mito.


Museo storico Alfa Romeo - Arese

Alfa Romeo 8C 2900 B Berlinetta Touring, 1938

L’alfa nasce al Portello di Milano (lì ora le fabbriche sono state rimpiazzate, come ad Arese, da un centro commerciale), sede originale dell’azienda fondata dal Cavalier Ugo Stella nel 1910 Anonima Lombarda Fabbrica Automobili – ALFA, poi acquisita dall’ingegner Nicola Romeo che nel 1918 la rende pubblica e diventa Alfa Romeo. Con la RL, vettura capolavoro di Giuseppe Merosi, parte il successo e nel 1923 Ugo Sivocci porta al debutto il simbolo del Quadrifoglio con la grande vittoria della Targa Florio. 

Nonostante il mito l’Istituto per la Ricostruzione Industriale (IRI) è costretto dalla crisi ad acquistare l’azienda e grazie a Ugo Gobbato diventa una industria organizzata di automobili, autocarri e motori avio.

Durante la seconda guerra mondiale l’azienda viene militarizzata e sposta parte della sua produzione a Napoli, mentre l’attività agonistica si sposta presso la Scuderia Ferrari a Maranello.

Nel dopoguerra, è Pasquale Gallo che porta l’azienda da una produzione  artigianale di nicchia ad una industriale di volume. 158 e 159 dominano i campionati del mondo, arriva la 1900 e poi nasce il progetto Alfasud. Dagli anni Cinquanta fino al 1974 Giuseppe Luraghi guiderà l’azienda. Sarà un periodo di grande sviluppo e soddisfazione: Giulietta e Giulia faranno raggiungere ad Alfa Romeo proporzioni inaspettate. Poi arriva la crisi energetica. Nel 1986 Alfa Romeo viene ceduta al gruppo FIAT

Museo storico Alfa Romeo - Arese

Alfa Romeo 1900 del 1950

Fino ai giorni nostri il passo è breve. Ora la storia prende una nuova rotta internazionale con FCA (Fiat Chrysler Automobiles).


Così, con una scarrozzata di soli 30 Km- poco più di mezz’ora - sarete catapultati in un mondo di passione, bellezza e velocità, direttamente nella storia dell’automobile. In un colpo solo avete mito e leggenda, storia e passione, motori e stile. L’Italia e la sua storia, in un boccone.

Museo storico Alfa Romeo - Arese

Condividi su:
#tag:

Offerte Autoo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Museo storico Alfa Romeo - Arese
Un punto di ripartenza del marchio italiano della auto sportive