Mazda compie 100 anni!

Un secolo di innovazione, tecnologia e vetture uniche made in Japan
Mazda compie 100 anni!

Poche Case automobilistiche vantano così tanta sperimentazione e un pedigree costruito attorno a dei valori che sembrano ancora intatti, nonostante un secolo di storia.

Valori antichi come il “Mukainada“ (quello del riprendersi dopo la guerra, del non mollare mai - come vedremo in seguito nel caso dello sviluppo del motore Wankel) che portano a scelte tecniche coraggiose come lo sviluppo del motore rotativo Wenkel o la tecnologia Skyactiv X sui motori a benzina con combustione per compressione e non per scintilla, oppure il  Kodo design.

Mazda, giapponese fino in fondo

1.631.000 sono le unità vendute nel 2017, ben lontano dai nove milioni di Volkswagen o le otto di Toyota, Nissan o PSA & FCA (sommando i numeri delle due case che stanno per fondersi).

Questo permette al costruttore nipponico di seguire una linea strategica lontana dai grandi volumi per concentrarsi sulla migliore tecnologia e design unici, non per tutti.

L’evoluzione dell’azienda rimarca la sua filosofia.

Le Mazda sono automobili che incorporano le capacità, la sensibilità e la passione dell'artigiano, parliamo di connessione emotiva con l'auto, la bellezza del movimento e la sensazione di vita che hanno le creature entra a far parte integrante del veicolo.

Il design si basa sulla sensibilità, sul senso di tensione che ti fa sentire come una creatura vivente dove il movimento è legato alla volontà. Le vetture sono realizzate con lo spirito "takumi", del fine artigiano di esperienza.

Mazda RX 500

Mazda RX 500 - 1970

La storia

L’azienda nasce nel 1920 a Hiroshima sotto il nome di Toyo Cork Kogyo Co. e all’inizio si occupa di tutt’altro: produzione di sughero.

Solo nel 1927 si converte alla meccanica dando alla luce, nel 1931 a MazdaGo, un motocarro a tre ruote, un mezzo da lavoro che assomiglia molto al nostro Moto Guzzi Ercole.

Mazda Go - 1931

Mazda Go - 1931

Il nome Mazda prende spunto dalla divinità della luce, della saggezza, intelligenza e armonia Ahura Mazda e grazie al fondatore Jujiro Matsuda diventerà poi la grande Mazda Motor Corporation che vediamo oggi (nome che viene adottato ufficialmente nel 1984).

La sede è ad Hiroshima che sin dall’inizio è stata proficua per la posizione logistica (Mazda utilizza per prima il trasporto navale anche per movimentazioni all’interno del paese) e per il know-how tecnologico presente sull’isola grazie alla costruzione delle navi.

Quando nel 1945 la bomba atomica scoppiò sulla città, la fabbrica, integra e protetta dal Monte Mukainada diventò un rifugio per la popolazione.

La prima vettura, R360 Coupé

Siamo nel 1960 e in questo anno nasce la prima autovettura Mazda, la “piccola” R360, una quattro posti che assomiglia molto alla Autobianchi Bianchina nostrana.

E’ il primo passo verso quello che sarà il futuro dell’azienda, l’automobile.

Mazda R360 - 1960

Mazda R360 - 1960

La simpatia e la praticità insieme con i consumi contenuti e la praticità d’uso, ne faranno una vettura di successo in Giappone.

Il nascente segmento delle kei-car (piccole e strette), apre il varco alla tanto apprezzata gamma di vetture Mazda che vediamo oggi.

1967 - Cosmo Sport con motore rotativo Wenkel

La piccola Cosmo Sport è la prima a portare in dote quello che diventerà una religione dell’azienda.

È infatti una sportiva con due posti secchi capace però di un motore rivoluzionario, non del tipo classico a pistoni, ma un sistema Wankel, rotativo che prendeva il nome dal proprio ideatore, un tedesco.

Ha acquisito il brevetto dalla NSU che lo aveva installato sulle mitiche “Prinz” con notevoli problemi di vibrazioni, consumo di carburante, consumo d’olio, ecc. e non lo ha saputo sfruttare a pieno.

Mazda lancia il motore rotativo Wenkel su una vettura di serie e di fatto ottiene il risultato di ripetuti tentativi ed errori, che la squadra di ingegneri del gruppo Rotary 47” hanno saputo, con volontà al limite dell’ossessione, portare a termine nonostante fosse definito “poco pratico”.

Motore Rotativo Wenkel

Motore Rotativo Wenkel

La casa nipponica è stata l’unica e sola a raggiungere buoni livelli di produzione per le vetture di serie equipaggiate con questo motore, poi portato anche nelle competizioni IMSA.

1989 - MX5 (Miata in USA)

Con la MX5, meglio conosciuta nel mondo come Miata, Mazda realizza il sogno di oltre un milione di persone che diventeranno felici possessori della cabriolet più famosa di sempre.

Sulla scia delle vecchie decappottabili inglesi degli anni ’40 e ’50, la MX5 propone una due posti secchi con motore anteriore e trazione posteriore, bassa, scattante e con una grande tenuta di strada.

Tanto semplice quanto vera e godibile. La mazda MX5 da quello che vedi e forse qualcosa in più. E’ il Roadster più venduto al mondo.

Mazda MX5 Miata

Mazda MX5 Miata

1991 - Vittoria Le Mans con 787B con motore rotativo

Alla gara di endurance di 24 ore di Le Mans del 1991, Mazda sorprende tutti.

Durata e l'efficienza del motore sono messe a dura prova. Mazda gareggia e vince (prima tra le Case asiatiche) con una vettura, la 787B, spinta da un propulsore a quattro rotori Wankel capace di 710 cavalli.

È la vittoria della tenacia contro tutti i pronostici e tutte le credenze tecnologiche del tempo secondo cui questa tecnologia non sarebbe mai stata ne competitiva ne realizzabile a costi accettabili. Mazda dimostra il contrario.

Mazda 787B campionato IMSA

Mazda 787B campionato IMSA

RX7 e RX8

Mazda crede nelle coupé sportive con quattro posti veri, prima la RX7 e poi la RX8, diventata famosa per l’apertura delle portiere posteriori controvento, propongono una formula di sportiva per famiglia.

La RX8 in particolare, porta il propulsore rotativo a 231 CV e 235 Km/h grazie a due rotori da 654 cc abbinati. Il motore Wankel viene “sdoganato” e perde la connotazione iniziale di problematico e rumoroso.

Mazda RX8

Mazda RX8

2010 - Kodo Design

Il Kōdō (in italiano ”Via dell’Incenso”) è l’arte giapponese di apprezzare l’incenso.

Con Mazda Kodo diventa il design unico che è fermo ma in movimento. È un’arte, una forma espressiva che si evolve fluente, ricca di fascino, eleganza ed emozioni.

Con “KODO – Soul of Motion”, si intende rappresentare la purezza delle linee, come espressione di un’essenza che passa attraverso le forme della natura e degli animali in movimento.

Mazda 3

Mazda 3

Il Kodo Design punta a creare sempre qualcosa di nuovo e unico, che non sia mai stato fatto precedentemente, senza però mai dimenticare la strada che si è percorsa fino a quel momento.

Il Kodo Design, ispirato al movimento energico e alle linee armoniche presenti in tutto ciò che ci circonda. Il design deve muovere, deve suscitare sensazioni, istinti ed emozioni.

2017 - Motore Skyactive X

Per fondere l’efficienza del motore Diesel (parco nei consumi) alle prestazioni dei motori a ciclo Otto (benzina), Mazda “inventa” una tecnologia che punta a massimizzare le prestazioni, riuscendo a sviluppare un motore altamente efficiente con consumi di carburante, potenza e prestazioni e ridurre le emissioni dei gas di scarico.

La tecnologia SKYACTIV X unisce la "gioia di correre" e le "eccellenti prestazioni ambientali e di sicurezza" ad alto livello abbinata ad una trasmissione che è stata rivista da zero.

2020 Red Dot – premio del Design

Dopo il primo successo della MX5, Mazda CX-3 e Nuova Mazda 2 e Mazda 3 nel 2019, nel 2020 Mazda riceve un doppio riconoscimento Red Dot per le CX-30 (SUV di segmento C) ed MX-30 (primo SUV completamente elettrico della Casa) che vengono premiate con il Product Design.

Mazda MX 30 Elettrica

Mazda MX 30 Elettrica

Tecnologia controcorrente, grande orgoglio, grande cura del dettaglio e spirito Mukainada.

 Il percorso è appena iniziato. Buon viaggio Mazda!

#tag:

Offerte Autoo

Condividi su:

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Mazda compie 100 anni!
Un secolo di innovazione, tecnologia e vetture uniche made in Japan