Storie
12/08/2021

Formula 1 2022: ecco svelate le nuove monoposto

Come saranno le nuove monoposto, spinte dai cambiamenti che la F1 ha voluto adottare? Scopriamolo insieme in questa rassegna delle novità introdotte per l’anno 2022
Formula 1 2022: ecco svelate le nuove monoposto

Corse, corse, corse! Se pensiamo alla Formula 1 stiamo pensando alla massima espressione della tecnologia automobilistica, capace di emozionare e far saltare su spalti e divani grandi e piccini.

E’ un legame indissolubile con la storia del motorsport, che trascende diverse generazioni ma che ha anche un suo regolamento molto stringente.

La nuova F1 2022

E’ stato ora svelato il regolamento per la stagione 2022, che porta con se grandi cambiamenti in tutti i settori, dall’aerodinamica delle nuove vetture, al carburante, passando per la sicurezza dei piloti.

Si tratta di un panorama in costante evoluzione e essere aggiornati sulle ultime novità ci permette di essere più consapevoli di che cosa stiamo guardando.

Il lavoro della FIA era iniziato da diversi anni ma ora è stato ufficializzato: i cambiamenti per le vetture monoposto più amate saranno radicali e coinvolgeranno naturalmente tutte le scuderie, da Mercedes a Red Bull, da Renault a McLaren.

formula-1-2022-nuovo-modello

Formula 1 2022 il nuovo modello

Il cambiamento è stato fortemente voluto anche per rendere ancora più spettacolari le corse, con duelli all’ultimo sorpasso e adrenalina a palate per tutti.

Tutto il nuovo regolamento gravita intorno alla forma regolamentare delle macchine da corsa.

I progettisti infatti potranno intervenire in forma molto ridotta, e questo dovrebbe portare tutti i team a essere sullo stesso livello di performance, oltre a ridurre le turbolenze aerodinamiche che si avevano andando all’inseguimento di un’altra vettura in passato.

2022-f1-car-vista-intera-dal-alto

Modello F1 2022 visto dal alto

Basti pensare che per arrivare al modello finale ci sono volute 21 differenti declinazioni di modelli e forme, ma finalmente abbiamo raggiunto l’incarnazione definitiva.

L’aerodinamica: come intervenire con efficienza

Il nuovo modello delle auto da F1 punta a ridurre se non eliminare quasi completamente il disturbo aerodinamico, attraverso un maggiore sfruttamento della downforce (la spinta dall’alto verso il basso che tiene le macchine incollate alla pista) proveniente dal fondo della vettura e riducendo quindi le varie appendici nella parte superiore, in quanto esse sono “colpevoli” di disturbare maggiormente il flusso dietro alla macchina stessa.

E’ stato infatti calcolato che nel 2021 una macchina da Formula 1 perda ben il 35% della propria downforce inseguendo un’altra vettura a distanza di venti metri, anche se il dato più sorprendente arriva alla distanza di dieci metri: la perdita in questo caso è di ben il 46%, cosa che rende la vita molto difficile anche ai piloti più esperti e navigati.

2022-f1-ali-anteriori

Parte anteriore

Adesso cambierà tutto: grazie a nuove appendici aerodinamiche infatti, il flusso superiore verrà spostato più in alto e quindi oltre alla vettura che segue, consentendo maggiore stabilità e sicurezza e quindi manovre ancora più al limite e - si spera - sorpassi da urlo.

I nuovi calcoli fatti dalla FIA mostrano come grazie alla nuova ala anteriore e ad una differente ingegnerizzazione del fondo tale disturbo aerodinamico sia ora quasi azzerato.

Le nostre offerte

Vedi tutte

Si parla infatti di una perdita di carico e quindi di downforce di solo il 4% seguendo una vettura alla distanza di venti metri, dato che sale ma si ferma comunque molto presto al 18% seguendo una vettura a distanza di dieci metri.

Un guadagno assolutamente impressionante!

Non solo aerodinamica: cerchi e copertoni

Non solo sarà il cambiamento aerodinamico a spadroneggiare nel nuovo regolamento: anche i cerchi e i copertoni infatti subiranno cambiamenti drastici.

Essi saranno infatti non solo più grandi, ma anche dotati di diverse proporzioni.

Si passa così dai 13 pollici storici e visti fino ad ora a dei cerchi da 18 pollici, accompagnati per la prima volta in assoluto da copertoni dotati di una spalla dal basso profilo.

Tornano anche le wheel-cover, le appendici montate sopra ai cerchi per ridurre la resistenza aerodinamica e aumentare così il fattore di penetrazione aerodinamico di queste vetture, per altro già impressionante.

Gli pneumatici passano ad avere una larghezza di 305 millimetri all’anteriore e ben 405 millimetri al posteriore. Il diametro totale passa inoltre a 730 millimetri.

F1-2022-copertone

Modello F1 2022 dettaglio cerchione

Non solo cambiamenti “estetici” ma anche strutturali: i nuovi pneumatici saranno dotati di mescole di ultima generazione.

La FIA ha lavorato a stretto contatto con Pirelli e la F1, oltre che con le diverse scuderie, per creare delle mescole che abbiano il vantaggio di consentire una guida più sporca senza subire facili surriscaldamenti.

Tutte queste modifiche sono state introdotte per permettere una guida più aggressiva senza danneggiare eccessivamente le gomme e compromettere quindi la strategia di gara.

L’obiettivo è chiarissimo: portare maggiore azione sulle piste, con un numero sensibilmente superiore di sorpassi e duelli all’ultima goccia di carburante.

E proprio di carburante vogliamo ora parlarvi.

Carburante: la grande svolta

C’è stato uno sguardo più green per queste vetture ad altissime prestazioni.

Se le power unit infatti rimarranno praticamente invariate, almeno per quanto concerne il regolamento, sarà il carburante a cambiare.

formula-1-2022-nuovo modello fianco lateraleo

Modello 2022 fianco laterale

Le unità motrici V6 da 1,6 litri turbo ibride raggiungono infatti già adesso il massimo standard di efficienza, essendo leader del settore.

Per questo motivo, oltre che per il blocco imposto sino al 2024, non ci saranno grandi cambiamenti regolamentari, se non l’introduzione di componenti standardizzate.

Le nostre offerte

Vedi tutte

Sarà lo stesso carburante invece a cambiare: a partire dal proprio nome, che sarà quello di E-10. Questa sigla indica la percentuale di etanolo presente nel combustibile, che salirà al 10%: inoltre l’etanolo dovrà provenire esclusivamente da fonti ecosostenibili.

Questa variazione è un primo significativo passo verso l’adozione di carburanti totalmente ecosostenibili, e costringerà la ricerca a spingersi oltre, verso territori finora inesplorati.

Non dimentichiamo la sicurezza

Ormai da tempo la F1 si fa promotrice della ricerca della massima sicurezza nel settore automobilistico. Per questo motivo le vetture del 2022 dovranno rispettare degli standard ancora più rigidi.

Saranno introdotti infatti nuovi pressure test e nuovi crash test, con l’obiettivo dichiarato di raggiungere una resistenza a impatti frontali e posteriori con fino al 15% di energia in più.

Inoltre, la separazione del motore dalla monoscocca dovrà lasciare il serbatoio protetto e completamente coperto, andando a ridurre quindi il rischio di perforazione o rottura e conseguente incendio del carburante.

f1-2022-monoposto-fianco-laterale

Monoposto 2022 fianco laterale

Non vogliamo insomma più vedere incidenti come quello subito da Romain Grosjean, avvenuto subito dopo la partenza del GP del Bahrain e che ha lasciato un vero e proprio rogo a bordo pista.

Delle vetture più sicure ma per questo più pesanti del 5% e quindi più lente di circa 3 secondi per ogni giro.

Sarà questo un problema per la spettacolarità? Assolutamente no, ci garantiscono la FIA e la F1.

Anzi, grazie a questi cambiamenti, ne vedremo proprio delle belle. Noi non stiamo nella pelle, e voi?

#tag:
Condividi su:

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Formula 1 2022: ecco svelate le nuove monoposto
Come saranno le nuove monoposto, spinte dai cambiamenti che la F1 ha voluto adottare? Scopriamolo insieme in questa rassegna delle novità introdotte per l’anno 2022