La milionesima Porsche 911

La vettura sportiva per eccellenza sforna un esemplare molto speciale
La milionesima Porsche 911

NeunElfter o NineEleven o NovecentoUndici, a seconda del paese in cui ti trovi. Cambia solo la lingua, il mito rimane lo stesso.

La Porsche 911 rimane la vettura sportiva per eccellenza. Dopo diverse generazioni ed una serie infinita di evoluzioni tecnologiche, il mito delle coupé sportive “partorisce” il milionesimo esemplare.

In effetti è un piccolo controsenso: una vettura d’èlite, che pochi riescono ad acquistare e possedere raggiunge il milione di esemplari.

32.365 esemplari venduti nel 2016

Incredibile, ma nei suoi 54 anni l’anima non è cambiata di un soffio, anzi ha acquistato carattere e vigore. 32.365 sono gli esemplari venduti nel 2016 nel mondo, a testimonianza di una tradizione e di un successo che continua nonostante la concorrenza sia sempre più agguerrita e forte. Il mito di Zuffenhausen.


Il colore di questo esemplare n°1.000.000? Verde bottiglia come i primi a rispetto dei 54 anni di tradizione rigorosa. Purtroppo nessuno potrà possedere questo pezzo unico in quanto rimarrà di proprietà Porsche e dopo aver fatto il giro del mondo dalla Scozia, alla Cina, passando per gli Stati Uniti per una serie di eventi celebrativi, prenderà posto nel museo della casa di Zuffenhausen accanto ai primi esemplari.

Porsche 356 Replica

Porsche 356 Replica

Il modello che ha ispirato la 911 è stata la 356 nel 1948, dotata di un 4 cilindri raffreddato ad aria (come il Maggiolino di cui ereditava la base del telaio portante) di 1.131 di cilindrata e con 40 CV di potenza (quelli di una minicar di oggi). Mantenendo l’impostazione della 356, la 911 fu concepita nel 1963 per 4 occupanti e mantenne la disposizione originale con il motore a sbalzo posteriore con una cilindrata aumentata ai due litri, come le concorrenti Alfa, Fiat e Lancia di allora (erano il punto di riferimento).

Ecco nascere il 6 cilindri boxer che rimase in produzione con le evoluzioni tecniche del caso ma con raffreddamento ad aria, fino al 1997. Le sospensioni erano a 4 ruote indipendenti con barre di torsioni, i 4 freni a disco e il cambio a 5 rapporti.


Grande successo ebbero anche le successive versioni Targa, caratterizzate dal tettuccio rigido asportabile che conferivano alla vettura un’aria da cabriolet, pur mantenendo la struttura originale.

Con la serie turbo del 1995 la cilindrata era ormai di tre litri e la potenza raggiungeva i 260 CV, con una velocità massima di oltre 250 Km/h. Un bolide.

Porsche ad acqua? Ma anche no.

Un cambio epocale fu l’adozione, con le serie denominate 996, del raffreddamento ad acqua nel 1997, imposto dai limiti tecnologici che poneva la soluzione originale. Questa variazione portò con sé molte critiche degli appassionati, tanto che oggi ancora si trovano amatori che rifiutano di portare a spasso esemplari “ad acqua”.


Anche il rombo del suo propulsore è unico. Fino alla produzione (1997) dei motori raffreddati ad aria, il suono del 911 che arrivava, si riconosceva tra mille vetture.

Era veramente particolare ed assomigliava al suono degli aerei. Ora con le nuove tecnologie, le normative per il rispetto dell’ambiente, il limite di decibel imposto dal rispetto delle soglie di rumorosità, il suono dell’orchestra sotto il cofano della 911 attuale rimane caratteristico ma contenuto, quasi più elegante ancorché possente con i suoi 420 cavalli di potenza.


Il mito di Porsche è così forte perché non stiamo parlando di vetture da collezione che si conservano in garage, ma di automobili che circolano su strada e vivono la loro storia giornalmente, tanto che il 70% delle vetture prodotte è attualmente in circolazione. Questo è il segreto della mitica 911.

La milionesima Porshe 911

La milionesima Porshe 911

Condividi su:
#tag:

Offerte Autoo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
La milionesima Porsche 911
La vettura sportiva per eccellenza sforna un esemplare molto speciale