Tecnologia
28/10/2020

Pneumatici invernali per la tua sicurezza: tempi, modi e regole da seguire per guidare sicuri

Dal 15 Novembre al 14 Aprile scatta l'obbligo di montare gomme invernali su gran parte della rete stradale italiana. Cosa occorre sapere per non farsi trovare impreparati.
Pneumatici invernali per la tua sicurezza: tempi, modi e regole da seguire per guidare sicuri

Cosa dice il codice della strada: quando montare le gomme invernali

ll 15 novembre scatta l'obbligo delle gomme da neve sulle strade delle aree dove in inverno è frequente o possibile la presenza di neve o ghiaccio, anche se ultimamente il cambiamento climatico ha ridotto, anche al nord Italia, le zone veramente a rischio neve.

Gli pneumatici invernali vanno mantenuti fino al 14 aprile. Esiste poi un mese di tolleranza per montarle (fino ad un mese prima, quindi 15 ottobre) e per sostituirle (fino al 15 maggio).

Ricordiamo che questo obbligo sarà su scala nazionale – ma comunque a discrezione dei gestori delle reti stradali e autostradali che devono prescrivere l'obbligo attraverso un'ordinanza – e non dipenderà dalle condizioni atmosferiche di quel giorno.

Disegno battistrada pneumatici invernali

Disegno battistrada pneumatici invernali

Si applica sia alle auto che ai mezzi pesanti, secondo quanto prescritto dall’art. 6 riguardo la legge n.120 del 29 luglio 2010.

Anche gli enti locali hanno facoltà di disporre misure analoghe in base alle condizioni ambientali della località.

Riconosciamo questi tratti stradali dalla presenza del cartello rotondo blu con raffigurate le catene da neve. Le strade coinvolte sono designate dagli enti di gestione delle strade stesse.

Multe: cosa succede se non si adempie all’obbligo di legge

Le sanzioni amministrative sono disciplinate dal Codice della strada agli articoli 6 e 7 e vengono applicate a chi non rispetta l'obbligo di montare le gomme invernali (rigorosamente omologate) e non disponga di catene da neve a bordo del mezzo.

I trasgressori dovranno pagare una sanzione che va dai 41 ai 169 euro nei centri abitati, e da 85 a 355 euro in autostrada, senza contare la decurtazione di 3 punti dalla patente, ed il fermo del veicolo sino al ripristino delle dotazioni invernali.

La questione principale rimane quella legata alla sicurezza del veicolo in marcia ed a quella dei suoi occupanti, oltre che agli altri veicoli circolanti.

Aderenza, spazi di frenata, stabilità, consumi e rumorosità dipendono dall’accoppiamento dello pneumatico con il suolo, dell’attrito tra loro.

Come si riconoscono le gomme invernali

Le gomme termiche sono caratterizzate dalla scritta M+S (Mud + Snow, fango e neve) che ne consente l’utilizzo a norma di legge.

M+S è una sigla che i produttori applicano a propria discrezione, come una sorta di autocertificazione di adeguatezza dello pneumatico alle condizioni invernali tipiche, fango e neve.

Il Codice della Strada impone quindi le gomme da neve M + S, oppure dotazioni invernali omologate (catene da neve), per poter circolare sulle strade contrassegnate dai cartelli appositi nel periodo invernale.

Dicitura M+S Pneumatici Invernali

Dicitura M+S Pneumatici Invernali

Dobbiamo controllare quindi la presenza di questo logo sul fianco dello pneumatico termico, oppure di quelle “quattro stagioni” che sono adatte ad una guida estiva ed invernale (sono pneumatici “All Season” – per tutte le stagioni studiati appositamente per non essere sostituiti con il cambio stagione).

La presenza dell’icona del “fiocco di neve” con la montagna a tre picchi (più correttamente, 3PMSF – Three Peak Mountain Snow Flake) indica una certificazione a livello europeo, che qualifica lo pneumatico come performante nelle condizioni invernali: è un livello superiore ad ulteriore conferma di maggiori prestazioni.

La presenza del fiocco di neve significa che lo pneumatico ha superato positivamente test invernali dedicati e può essere posto sia sui "winter" (invernali) che sia sui "quattro stagioni" di qualità.

Gomme termiche o gomme da neve: cosa sono e come si differenziano da quelle estive

Gli pneumatici invernali, meglio chiamati “termici”, sono progettati e costruiti per essere idonei alla marcia sul ghiaccio o sulla neve.

Le gomme termiche sono progettate per lavorare a bassa temperatura: sotto i 7°C e si differenziano dagli pneumatici estivi per la struttura diversa, per la mescola, che deve rimanere morbida anche al freddo, e per il disegno del battistrada a lamelle che è pensato per far presa e aderire a terreni sdrucciolevoli come neve e ghiaccio.

Dentatura battistrada pneumatici invernali

Dentatura battistrada pneumatici invernali

Grazie a queste specifiche, gli pneumatici invernali sono più adatti all’utilizzo nelle stagioni fredde e sono consigliati a chi fa un uso intensivo dell’auto anche nelle stagioni invernali.

Coloro che utilizzano la vettura d’inverno in modo saltuario e magari solo per piccoli spostamenti, possono acquistare le catene da neve e tenerle nel bagagliaio in caso di necessità.

Chi usa intensamente la propria automobile in zone spesso innevate o ghiacciate, farebbe meglio a portare con sé anche le catene oltre ad installare le gomme termiche.

In caso di forti nevicate, a volte anche la gomma invernale non è sufficiente a superare un tratto di strada o garantire la trazione e direzionalità adeguata del veicolo.

È importante controllare sempre lo spessore del battistrada. Se per legge deve essere almeno spesso 1,6 mm, durante la stagione invernale, per una maggiore efficacia, le gomme invernali è meglio che abbiano almeno di 2,5 mm.

Ne va della trazione, dell’aderenza ed in generale detta tenuta di strada.

Anzianità e manutenzione delle gomme

Anche l’anzianità dello pneumatico non va trascurata, poiché la gomma invecchiando si secca e perde se sue proprietà di aderenza.

Una gomma con più di cinque anni non garantisce più le prestazioni iniziali e perde in morbidezza ed elasticità, due proprietà fondamentali per gli pneumatici invernali.

DOT - data produzione pneumatico

DOT - data produzione pneumatico

Sul lato dello pneumatico è possibile controllare la data di fabbricazione cercando la dicitura “DOT” (dall’inglese Department Of Transportation) che è seguita da gruppi di lettere e poi da quattro numeri che rappresentano la settimana (i primi due) e l’anno di produzione (gli ultimi due).

In generale è opportuno verificare che tutti gli pneumatici installati sulla propria vettura siano integri ed in buono stato di conservazione.

Non devono presentare tagli, crepe, erosioni, bolle, o altri danni che ne precluderebbero il corretto funzionamento e sicurezza.

Si possono usare le gomme da neve d’estate?

Le gomme invernali si possono usare (a norma di legge) anche d’estate?

Sì purché il codice di velocità indicato sia uguale o superiore alle quello degli pneumatici estivi prescritti sul libretto. Questa pratica però è sconsigliabile, sarebbe come andare in spiaggia con i doposcì.

Otterremmo un deterioramento precoce degli pneumatici ed un conseguente usura eccessiva di battistrada, oltre ad un consumo maggiore di carburante.

Strada Innevata

Strada Innevata

Come ci si regola per il codice di velocità?

Il codice di velocità delle gomme “winter” può essere inferiore a quello indicato sul libretto di circolazione, ma deve essere comunque superiore a “Q” (160 KM/h).

Se si montano gomme invernali con codice di velocità inferiore a quello prescritto sulla carta di circolazione, bisogna applicare sulla plancia un’etichetta apposita che avvisi di questa riduzione il conducente.

Pneumatici invernali o catene da neve?

In alternativa agli “pneumatici termici”, è possibile essere in regola con il codice della strada, se a bordo della vettura abbiamo le “catene da neve”.

Per essere in regola con la normativa, le “dotazioni invernali” devono essere di tipo omologato e quindi i cosiddetti dispositivi antisdrucciolevoli, più comunemente chiamate catene da neve, devono essere compatibili con gli pneumatici del veicolo che sono montati (le misure devono coincidere esattamente in tutte le loro dimensioni), come se si trattasse di una scarpa: larghezza, sezione e diametro del cerchio della vettura.

Secondo il Codice della strada (art. 122 del Regolamento) le catene da neve e gli pneumatici invernali sono equivalenti a norma di legge.

Catene Invernali

Catene Invernali

Ovviamente non occorre montare le catene da neve se non vi è un effettivo bisogno. L’obbligo di avere le catene a bordo, come per le gomme da neve, non vale su tutte le strade nazionali ma è a discrezione dell’ente che gestisce la strada sulla quale circoliamo.

Quando acquistate le catene da neve assicuratevi che siano a norma. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha disposto attraverso un decreto che le catene da neve, per poter essere commercializzate, debbano ottenere il marchio UNI 11313.

#tag:

Offerte Autoo

Condividi su:

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Pneumatici invernali per la tua sicurezza: tempi, modi e regole da seguire per guidare sicuri
Dal 15 Novembre al 14 Aprile scatta l'obbligo di montare gomme invernali su gran parte della rete stradale italiana. Cosa occorre sapere per non farsi trovare impreparati.