Salone dell'auto di Detroit

Europa e USA mai uniti dall'elettrico
Salone dell'auto di Detroit

Il NAIAS (North America International Auto Show) si apre per l’ultima volta a gennaio. Incredibile a dirsi ma la concorrenza arriva da Las Vegas e da un mondo completamente diverso, quello della tecnologia. Sì il CES (Consumer Electronic Show -salone della Tecnologia) ruba spazio all’auto tanto che sono le stesse Case produttrici ad andare più volentieri a presentare le loro novità tecnologiche in ambiente neutro (al CES arrivano novità da tutti i settori merceologici, dai computer, agli smartphone, all’intelligenza artificiale, alla robotica, alla domotica).

Quest’anno il Salone di Detroit è a gennaio, dal 2020, l’evento motoristico USA per eccellenza, si svolgerà a giugno. Bisogna prenderne atto, i tempi sono cambiati e non saranno più gli americani ad aprire l’anno e lanciare le novità automotive al mondo, ma gli europei con il Salone di Ginevra, a marzo.

Yankee fino al midollo, questa rassegna d’oltre oceano presenta due sfaccettature: una, quella delle macchine possenti, muscolari e succhia benzina, e l’altra quella più urbana delle vetture di lusso supertecnologiche che strizzano l’occhio alla guida autonoma grazie alla iper-connessione ed all’intelligenza artificiale.

Oltre ai mitici pick-up RAM Power che sono dei mezzi da lavoro e da svago, spiccano altre novità al salone di Detroit come le nuove Toyota Supra, Mustang Shelby GT 500, la Nissan IS.

RAM Power Wagon

RAM Power Wagon

Altro cavallo (nel vero senso della parola) di razza presente al Salone Auto di Detroit è la Mustang Shelby GT 500, settecento cavalli in fila da scaricare a terra al primo semaforo verde! La Mustang più potente di sempre si presenta con il suo cobra sulla calandra e mostra tutti i muscoli di cui dispone.

La nuova GT 500 adotta un motore molto speciale di 5,2 litri V8 in alluminio, sovralimentato con compressore volumetrico, realizzato a mano ed un cambio a doppia frizione di derivazione Ford GT con 7 rapporti Tremec.

I cambi marcia avvengono in meno di 100 millesimi di secondo, nella specifica più spinta da gara (modalità Track per la pista e Drag per le partenze brucianti da fermo). I freni Brembo con pinze a 6 pompanti e dischi da 420 mm di diametro e le sospensioni magnetic ride completano il quadro tecnico. 

Mustang Shelby GT350

Mustang GT350: solo 3,5 secondi per arrivare a 100Km/h da ferma.

Toyota Supra

Toyota Supra

Nuove notizie anche da Toyota. Supra è la sportività sacra secondo Toyota, diventata gloriosa per gli appassionati con il modello prodotto dal 1993 al 2002.

Se la marca giapponese per eccellenza non ha mai brillato per sportività o prestazioni da corsa, Supra invece è il nome che ha lasciato il segno per una vettura che era veramente fuori dagli schemi.

Solo 17 anni di attesa, ecco la nuova coupé giapponese che condivide telaio e motore con la BMW Z4. 340 CV, solo 1.490 Kg di peso per volare in pista e bruciare lo 0-100 Km/h in 4,2 secondi.

Grazie ai 340 CV del 6 cilindri bavarese, questa nuova 2 posti giapponese promette di correre i 22,835 km del Nürburgring in 7 minuti e 40 secondi (il tempo sul giro della Porsche 911 GT3 nel 2018 è stato di 7:12).

Degna di nota è anche la Nissan IMs concept, nel quale possiamo intravedere le nuove tendenze stilistiche (forse tra le più belle immagini del salone di Detroit) della casa nipponica per il prossimo futuro. Questo SUV ingombrante (4,8 metri) porta con sé i concetti di Crossover, berlina sportiva e vettura elettrica a guida autonoma insieme. E’ un tentativo molto elegante di dare risposta a quello che chiede il consumatore moderno: spazio, praticità, emissioni zero e tanto comfort.

Nissan IMs Concept

Nissan IMs Concept

Lo spazio a bordo è completamente modulabile, l’assenza del montante B e le porte che si aprono a libro lasciano intravvedere grandi spazi nell’abitacolo che è cosparso di schermi e sedili che si possono spostare con facilità. 489 cv e 600 Km di autonomia, queste le promesse del marchio giapponese.

Condividi su:
#tag:

Offerte Autoo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Salone dell'auto di Detroit
Europa e USA mai uniti dall'elettrico