C3 e C4 a confronto: il piccolo SUV e la borghese

Le due nuove nate in casa Double Chevron evolvono in maniera netta rispetto alle rispettive progenitrici.
C3 e C4 a confronto: il piccolo SUV e la borghese

C3 abbandona il concetto di multispazio (introdotto con le derivazioni Picasso) che ha avuto un notevole impatto sulla gamma e grande successo di pubblico.

I tempi sono oramai cambiati e, seguendo il trend del momento e volendo marcare il proprio appeal in termini di modernità e design, ecco che la Casa parigina approccia in maniera netta e aggressiva il segmento dei SUV compatti. La C3 Picasso diventa Aircross.

C3 Aircross
Citroen C3 Aircross - dettaglio bagagliaio

Bello, fresco, giovane e frizzante, il nuovo prodotto di Citroen è decisamente interessante. Concentra in sé tutti i concetti della casa francese e si rivolge in particolare al pubblico giovane, dinamico e, perché no, femminile. Siamo davanti ad una vettura compatta che peraltro ha molto spazionell’abitacolo per passeggeri e bagagli.

Si possono personalizzare anche le finiture esterne, il tetto ad esempio si può avere di colore nero, arancio o bianco, abbiamo a disposizione anche pacchetti opzionali bicolore per gli specchietti, le barre al tetto e il profilo dei fari. Distinguersi dalla massa con questa vettura non sarà solo facile, ma verrà del tutto naturale.

C3 Aircross interni

Citroen C4 Picasso

C4 Cactus, dal canto suo, ridimensiona se non abbandona sostanzialmente la proposta rivoluzionaria iniziale degli air-bumps alle portiere (ripresi e rielaborati con successo dalla neo introdotta C3). Lascia la linea trasgressiva e ribelle per stabilizzarsi su un concetto più rassicurante di design orientato ad un pubblico più maturo.

Quasi in antitesi alla sorella di segmento B, la C4 Cactus si adegua alle richieste della clientela più matura del segmento C e proponeun’evoluzione che trasferisce solidità ed eleganza delle forme e delle linee, senza generare reazioni scomposte o dibattiti su gusti o scelte radicali.

La nuova C4 Cactus risulta semplicemente più seria e pacata della precedente. È però anche più gentile visivamente, e armoniosa nelle linee che appaiono più affusolate. Più berlina, più borghese di quanto lo fosse in prima battuta. Il risultato è gradevole, la vettura appare più solida e con finiture più curate nel suo complesso e con maggiore attenzione all’abbinamento dei materiali degli interni.

Citroen C4 Cactus interni
Condividi su:
#tag:

Offerte Autoo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
C3 e C4 a confronto: il piccolo SUV e la borghese
Le due nuove nate in casa Double Chevron evolvono in maniera netta rispetto alle rispettive progenitrici.