Multe & Ricorsi
26/02/2021

Il Pagamento della Multa: termini, modalità e pagamento online

Una volta ricevuta una multa e averla controllata in tutti i suoi dettagli per constatare se effettivamente non ci sono motivi per fare ricorso, purtroppo non ci resta che capire come pagarla.
AutooMag

Chiedi consiglio ai nostri esperti legali su qualsiasi argomento inerente alle quattro ruote

Contattaci
Il Pagamento della Multa: termini, modalità e pagamento online

Abbiamo parlato nei due precedenti articoli delle caratteristiche della multa, che cos’è, quando la multa va considerata valida, quando eventualmente si può pensare di impugnarla, come avviene il calcolo dei 90 giorni della notifica etc…

Non abbiamo ancora parlato di quando pagare la sanzione, una volta esaminata la multa con attenzione e una volta arrivati alla conclusione che non ci sono motivi per fare ricorso e conseguentemente per non pagarla.

Questo è il momento in cui ci si deve “rassegnare” e – se non si vuole incorrere in ulteriori sanzioni e costi – si deve mettere mano al portafoglio e capire come pagare una multa.

Entro quando va pagata la Multa?

Quanto tempo abbiamo per pagare una multa?

Dal momento in cui ci viene notificata una multa, la legge ci concede 60 giorni di tempo per pagare spontaneamente, concedendoci un ulteriore incentivo al pagamento evitando un sovraccarico di ricorsi, nel caso decidessimo di pagare in tempi brevi.

Posto di blocco Polizia

Posto di blocco Polizia

Infatti, dal 2013 è stata introdotta la possibilità di pagare le multe con una riduzione del 30% nel caso si decida di pagare entro cinque giorni dalla ricezione del verbale: in sostanza, se paghiamo “subito”, ci viene fatto lo “sconto”.

In questa maniera il nostro legislatore ha pensato di introdurre un sistema volto, da un lato a far risparmiare il cittadino, sia economicamente, sia sotto il profilo della perdita di tempo, dall’altro ad evitare un sovraccarico di ricorsi che rallenterebbe il sistema giudiziario.

Le nostre offerte

Vedi tutte

Attenzione ai termini!

Attenzione, però, a non sbagliare il calcolo dei giorni. Infatti il termine dei cinque giorni è considerato termine così detto “libero”.

Un esempio: se riceviamo una multa di mercoledì, il termine ultimo per pagare sarà il lunedì successivo (il termine parte dal giorno successivo alla notifica, ossia nel nostro caso, giovedì), quindi il calcolo ci porta a lunedì (i giorni festivi come la domenica si conteggiano normalmente).

Cosa succede se invece ricevo la multa di martedì? Partendo dal mercoledì per il calcolo dei cinque giorni, il quinto giorno cadrebbe di domenica. In questo caso il termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo, ossia lunedì.

Termini Multa

Termini Multa

Stesso discorso vale se si decide di pagare al sessantesimo giorno (questa volta però senza sconto!), che se cade di domenica viene prorogato al lunedì.

Se, invece, il giorno in questione dovesse cadere (ipotesi possibile) il giorno di Natale, sarebbe prorogato di due giorni (il 25 e il 26 dicembre), e se poi il 27 dicembre fosse domenica, la proroga sarebbe di tre giorni.

Quindi, attenzione sempre a calcolare i giorni perché basta un solo giorno di ritardo a far scattare l’obbligo del pagamento della sanzione con un importo ulteriormente maggiorato.

E’ bene ricordare, infatti, che anche il pagamento entro i sessanta giorni è nella maggioranza dei casi un importo minimo rispetto all’importo irrogabile, ciò in base all’art. 202 del Codice della Strada che espressamente recita “…il trasgressore è ammesso a pagare, entro i sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme…” oltre che gli interessi di mora.

Come posso pagare una Multa?

Le modalità di pagamento della multa, rispetto ad un tempo, si sono moltiplicate.

Se una volta era possibile pagare unicamente recandosi all’ufficio postale e utilizzare il bollettino precompilato (modalità che ancora esiste ed è tutt’ora la maggiormente usata), adesso esistono delle alternative che vanno:

  • dal più moderno pagamento online tramite la piattaforma PagoPa,
  • al pagamento tramite bonifico bancario, adottato da molti comuni,
  • al pagamento in tabaccheria, anch’esso utilizzato molto dagli utenti della strada.

Ma partiamo con ordine e vediamo dove possiamo pagare una multa.

Bollettino Postale

Come detto il pagamento può avvenire con l’utilizzo del bollettino postale incluso nella busta che ci recapita la multa. Questo metodo prevede che l’ente erogatore della sanzione includa due bollettini:

  •  uno per il pagamento entro i cinque giorni,
  • l’altro per il pagamento nei sessanta giorni.
Pagare una multa

Pagare una multa

Attenzione a non confondere i due bollettini e a non utilizzare quello con l’importo scontato del 30% se sono già passati i cinque giorni perché è certo che vi arriverà la richiesta di pagamento della “differenza”.

Se viceversa, per errore utilizzerete il bollettino dei 60 giorni entro i cinque giorni, state certi che il Comune non vi restituirà ciò che avrete pagato in più.

Tabaccheria (Lottomatica e Sisal)

Altro sistema molto utilizzato è il pagamento tramite in tabaccheria, ossia tramite il sistema Lis Lottomatica e tramite i punti Sisal. In questi casi è sufficiente portare con sé la multa e l’operatore, leggendo il codice a barre sulla multa genererà la ricevuta del pagamento.

L’unica differenza tra il sistema Lis-Lottomatica e Sisal è che Lottomatica accetta solo pagamenti in contanti mentre con Sisal sarà possibile pagare anche con carte di credito o debito.

In Comune

Ulteriore sistema adottabile da chi vuole pagare in modalità tradizionale è quello di recarsi al Comune che ha erogato la multa (generalmente ci si reca al Comando di Polizia Locale) e pagare direttamente, sempre in contanti e spesso (ma può darsi che qualche Comune di piccole dimensioni non si sia ancora adeguato) con carte di credito e bancomat.

Pagare una multa online

Pagare una multa online

Come pagare una Multa Online

Chi invece volesse pagare comodamente da casa, può pagare direttamente dal proprio servizio di home banking, laddove previsto dalla propria banca in una sezione dedicata al pagamento delle multe o, molto più semplicemente, effettuando un bonifico all’Ente erogatore alle coordinate bancarie che vi verranno fornite direttamente dall’Ente stesso.

PagoPA

Ulteriore e più moderno metodo è quello introdotto recentemente con la piattaforma PagoPa, ossia un sistema adottato dalle Pubbliche Amministrazioni per ricevere i pagamenti di tributi e multe.

Se si vuole adottare questo metodo è sufficiente andare sul sito dell’Ente e verificare se sia già possibile pagare in questa maniera, dopodiché seguire le istruzioni. Anche in questo caso i Comuni più grandi sono già perfettamente organizzati, mentre per i Comuni più piccoli è bene verificare perché può ancora capitare che non si siano adeguati.

AutooMag

Chiedi ai nostri esperti

Grazie!

La tua richiesta è stata inoltrata correttamente. Un nostro operatore ti contatterà a breve.

#tag:
Condividi su:

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Il Pagamento della Multa: termini, modalità e pagamento online
Una volta ricevuta una multa e averla controllata in tutti i suoi dettagli per constatare se effettivamente non ci sono motivi per fare ricorso, purtroppo non ci resta che capire come pagarla.