Guide
Consigli
17/05/2021

Come sapere quando il Climatizzatore dell’Auto è scarico e come ricaricarlo

Il climatizzatore è una parte fondamentale dell'equipaggiamento di una vettura, tanto che oggi si trova di serie su qualunque veicolo. Ma come bisogna agire quando il climatizzatore si scarica oppure non funziona più in modo corretto?
Come sapere quando il Climatizzatore dell’Auto è scarico e come ricaricarlo

L'aria condizionata ed il climatizzatore auto sono oggi apparecchiature essenziali per il comfort alla guida. Inoltre, questi sistemi si sono evoluti nel tempo diventando sempre più sofisticati con filtri a carbone attivo ed antipolline, climatizzazione bizona/trizona, attivazione ricircolo automatico, ecc.

Di fatto il climatizzatore serve anche d'inverno per ridurre l’eccesso di umidità in abitacolo che genera appannamento dei vetri e parabrezza. Però ce ne dimentichiamo e non lo usiamo nella stagione invernale, e quando arriva il caldo lo mettiamo nuovamente in funzione.

È proprio in questo momento in cui il climatizzatore può dare segni di “stanchezza” ed è dunque importante ricaricarlo, controllarlo o semplicemente verificarne il corretto funzionamento.

Alcuni accorgimenti ci permettono di mantenere l'aria condizionata dell’auto in perfette condizioni di funzionamento e di ricaricarla quando necessario.

I sintomi del Climatizzatore Auto scarico

Ultimamente senti che nell’abitacolo fa più caldo? L'odore all'interno del tuo veicolo è sgradevole? Se hai notato uno di questi sintomi, è possibile che il sistema di aria condizionata della tua auto sia scarico e non funzioni correttamente, oppure che si siano create delle “muffe” nell’impianto (sono queste ultime che generano i cattivi odori in abitacolo).

Pulizia bocchette di aerazione del climatizzatore

Pulizia bocchette di aerazione del climatizzatore

Il buon funzionamento dell'aria condizionata del veicolo non è solo una questione di comfort, ma anche di sicurezza (l’abitacolo eccessivamente caldo e umido genera stanchezza del guidatore, i vetri appannati limitano la visibilità). Inoltre, la sua efficacia si riduce sia con il suo utilizzo che con il passare del tempo.

Come capire se il climatizzatore auto è scarico? Esistono almeno quattro sintomi del climatizzatore auto scarico o malfunzionante che è bene conoscere e tenere a mente:

  • La temperatura interna dell'auto impiega molto tempo a scendere una volta acceso il climatizzatore: ciò può essere dovuto a una perdita del liquido refrigerante, al malfunzionamento del compressore dell'impianto di climatizzazione, ad un filtro intasato oppure ad un malfunzionamento di alcuni sistemi di controllo della temperatura;
  • L'odore nell'abitacolo è sgradevole: solitamente causato da polvere, funghi o batteri che hanno trovato dimora nel circuito del climatizzatore. Poiché i condotti accumulano umidità, in questo caso la loro pulizia diventa necessaria ed urgente.
  • Si appannano i vetri: normalmente ciò avviene perché l'apparecchiatura non raffredda adeguatamente, per esempio, a causa di una perdita di gas nel circuito refrigerante. La soluzione in questo caso sarebbe semplicemente effettuare la ricarica.
  • Il flusso d'aria che arriva è insufficiente: anche se la temperatura è adeguata, potresti notare che il getto d'aria non è sufficientemente potente. Questo di solito è un sintomo di un filtro intasato, che richiederà una pulizia.

In alcuni casi inoltre è possibile che per via di una otturazione o malfunzionamento del tubicino di scarico, il climatizzatore auto non scarica la condensa all’esterno dell’abitacolo.

Le nostre offerte

Vedi tutte

Quando si riscontra uno di questi sintomi o problemi è consigliabile recarsi presso una officina di fiducia in modo che possa riparare e/o ricaricare il sistema di aria condizionata della tua auto.

Ogni quanto si ricarica il Climatizzatore Auto

Come regola generale non è necessario ricaricare il climatizzatore ogni estate o ogni anno. In un'auto nuova, la ricarica del climatizzatore viene eseguita solo ogni due anni, dopo un'accurata pulizia dell'impianto.

Ciononostante, ogni estate molti automobilisti, visto che l'aria condizionata della loro auto non funziona a dovere, cioè non raffredda l'abitacolo come dovrebbe, si recano presso delle officine o meccanici che propongono di effettuare la ricarica del condizionatore senza ulteriori controlli.

Manometro utilizzato per misurare la pressione dell aria condizionata in auto

Manometro utilizzato per misurare la pressione dell'aria condizionata in auto

Non esiste però una regola fissa su quando fare la ricarica del climatizzatore auto. Molto dipende da quanto si utilizza l’aria condizionata. Alcune tempistiche da tenere a mente solo la scadenza dei due anni oppure il raggiungimento dei 60.000 km di percorrenza, dopo i quali è necessario in ogni caso sostituire il filtro disidratatore, mentre il filtro dell’abitacolo va sostituito ogni 15.000 km.

La manutenzione del climatizzatore dell'auto è ciò che ne determina l'efficacia e la durata. Molte volte la trascuriamo ma a lungo termine questa dimenticanza può avere gravi conseguenze per il suo corretto funzionamento e per il nostro portafoglio.

Come si ricarica il Climatizzatore dell’Auto

In officina un meccanico con esperienza non ci mette molto tempo per la ricarica del climatizzatore auto, di solito solo 45 minuti o un’ora. Il tempo varia a seconda del modello della vettura e comprende anche l’igienizzazione dell’abitacolo ed il cambio del filtro.

Esistono kit che permettono di fare da soli la ricarica del climatizzatore auto. L'uso di un kit fai da te di ricarica gas del climatizzatore auto non è però consigliato perché se utilizzato in modo sbagliato potrebbe causare folgorazioni durante la ricarica.

Le nostre offerte

Vedi tutte

Inoltre per alcuni kit è necessario conoscere quale gas utilizza la tua auto (R-134a per la maggior parte delle auto messe in commercio dopo il 1993 e HFO-1234yf per la maggior parte delle auto costruite dopo il 2013).

Le perdite di R-134a sono molto dannose per l'ambiente e contribuiscono al riscaldamento globale. Nel caso in cui si abbia la necessità di ricaricare spesso il climatizzatore (ogni anno o ogni sei mesi) e si è riscontrata una perdita significativa nel sistema, la scelta migliore è passare in officina.

Qual è il costo della ricarica 

Il kit di ricarica gas per climatizzatori auto fai da te ha un costo che oscilla tra i 30 ed i 70 euro e può essere acquistato online o in alcuni negozi specializzati.

Con l’arrivo dell’estate, le offerte di ricarica si moltiplicano, sia nei centri auto che nelle stesse concessionarie. Le offerte sono varie e possono andare da un semplice controllo gratuito del sistema alla manutenzione completa con ricarica del climatizzatore.

I prezzi della ricarica gas del climatizzatore auto variano molto in base alla casa costruttrice e all’officina di riferimento. Per fare qualche esempio, per un’utilitaria una ricarica può costare tra i 40 ed i 60 euro, mentre per le vetture BMW si parla di 150 euro per la fascia media (Serie 1, Serie 3) e di 220 euro per i modelli di grandi dimensioni di fascia alta.

Sostituzione del filtro anti-polline del climatizzatore

Sostituzione del filtro anti-polline del climatizzatore

#tag:
Condividi su:

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Come sapere quando il Climatizzatore dell’Auto è scarico e come ricaricarlo
Il climatizzatore è una parte fondamentale dell'equipaggiamento di una vettura, tanto che oggi si trova di serie su qualunque veicolo. Ma come bisogna agire quando il climatizzatore si scarica oppure non funziona più in modo corretto?