Cruise Control Adattivo vs Cruise Control: funzionamento e differenze

Il Cruise Control o regolatore di velocità è un accessorio indispensabile e disponibile anche sulle vetture di fascia media. Oggi si fa strada il Cruise Control Adattivo che regola la velocità in base alle vetture che ci precedono.
Cruise Control Adattivo vs Cruise Control: funzionamento e differenze

Tra i vari accessori all’avanguardia per la nostra auto, la tecnologia di punta moderna propone due strumenti molto apprezzati dagli automobilisti e sempre più diffusi non solo nelle auto di fascia alta: si tratta del Cruise Control e del Cruise Control Adattivo.

Scopriamo insieme cosa sono e come funzionano.

Cos’è il Cruise Control

Il Cruise Control, detto sistema di controllo della velocità di crociera o regolatore di velocità, è un accessorio che permette di regolare automaticamente la velocità  della propria vettura.

Risulta dunque molto utile quando bisogna percorrere lunghi tratti stradali ad una velocità costante, come ad esempio in autostrada, permettendo al guidatore di rilassarsi e far riposare il proprio piede destro, rilasciando l’acceleratore.

Il dispositivo si comanda con le mani dal volante o dalle leve al suo lato, regola in maniera automatica la velocità grazie al controllo elettronico.

Comandi a levetta Cruise Control

Comandi a levetta Cruise Control

Il regolatore di velocità permette quindi di settare la velocità desiderata e di mantenerla sino a diverso comando per rallentare o riaccelerare oppure fermarsi.

Il sistema si disinserisce automaticamente in caso di frenata, per questioni di sicurezza.

In un colpo solo, ci si rilassa e si rispettano i limiti di velocità, riducendo allo stesso tempo i consumi rispetto al comando col piede che involontariamente ci fa accelerare e rallentare continuamente.

Il Cruise Control Adattivo

L’evoluzione di questo dispositivo è il Cruise Control Adattivo, che negli ultimi anni è diventato un accessorio di serie in diversi modelli auto del segmento D in su.

Oltre a regolare la velocità in modo automatico, le vetture dotate di questo sistema sono equipaggiate di un grande numero di sensori, radar e telecamere che permettono all’Adaptive Cruise Control (questo il nome originale in inglese) di regolare la velocità, adattarsi alle condizioni del traffico e rallentare o frenare in maniera autonoma senza bisogno dell’intervento di chi sta alla guida nel caso si presenti un ostacolo sul cammino.

Radar Cruise Control Adattivo

Radar Cruise Control Adattivo

Al momento di salire a bordo l’automobilista, oltre a decidere la velocità di crociera, può impostare anche la distanza che si desidera mantenere dalla vettura che lo precede, in modo che il sistema funzioni poi in maniera totalmente autonoma prendendosi cura anche di questo aspetto della guida.

Il sistema è quindi in grado di identificare i veicoli che transitano davanti alla nostra vettura e reagire di conseguenza.

In molte vetture dotate di cambio automatico, il sistema è in grado di portare la vettura fino allo stop completo e velocità zero.

Storia del Cruise Control ed evoluzione nel tempo

Il concetto di Cruise Control ha origini nel secolo scorso.

La prima versione di questo sistema risale infatti al 1958, ovvero oltre sessant’anni fa, quando ad inaugurarlo per gli automobilisti statunitensi fu la Chrysler Imperial.

All’epoca questo sistema, che in origine si chiamava Auto Pilot, rappresentava una vera e propria rivoluzione.

Nel corso dei decenni il sistema Cruise Control è stato migliorato ed affinato, e negli ultimi anni i passi da gigante fatti dalla tecnologia, con telecamere, sensori e radar distribuiti in diversi punti delle vetture, hanno permesso di rendere l’Adaptive Cruise Control molto efficace e sicuro.

In particolare, rispetto al passato, frenate ed accelerazioni sono oggi meno brusche per cui la sensazione è quella di uno stile di guida più fluido e naturale.

Cruise Control in Autostrada

Cruise Control in Autostrada

La prima vettura a proporre il funzionamento del Cruise Control Adattivo è stata la Mitsubishi Diamante nel 1995, seguita poi dalla Mercedes-Benz nel 1999 con il sistema Distronic che per l’epoca rappresentava un’importante evoluzione.

La svolta del Cruise Control Adattivo intelligente è stata quella per l’appunto di permettere al veicolo di “adattarsi” alle circostanze esterne.

Oggi le automobili moderne sono in grado di adattarsi ai limiti di velocità vigenti su una determinata strada grazie a telecamere che riconoscono la segnaletica stradale.

Altro accorgimento è quello legato ai sorpassi: quando il guidatore mette la freccia per sorpassare un veicolo, il Cruise Control Adattivo accelera in automatico per facilitare il sorpasso, pur tenendo conto del limite delle velocità e delle altre norme di sicurezza.

Il futuro è già alle porte ed è rappresentato dai vari prototipi realizzati da Tesla e Uber di veicoli a guida completamente autonoma, portando quindi a completo compimento quel sogno iniziato con l’Auto Pilot della Chrysler Imperial.

Questi sistemi, di cui parleremo in altra sede, sono in grado di operare anche un cambio di corsia alla vettura, avendo un controllo completo della strada, dei veicoli circostanti e non solo della carreggiata davanti a noi.

Come funzionano il Cruise Control e il Cruise Control Adattivo

Il Cruise Control spesso è parte di un pacchetto di strumenti di assistenza alla guida che ormai è di serie in moltissime vetture.

Il sistema fa capo ad una centralina elettronica che permette il monitoraggio dell’alimentazione, della velocità, dei freni, dei sistemi di guida in generale, rendendo l’esperienza particolarmente piacevole pilota e passeggeri.

I comandi per impostare il Cruise Control classico ed il Cruise Control Adattativo variano a seconda della casa automobilistica di riferimento, ma in generale i bottoni ed opzioni per attivarlo si trovano direttamente sul volante o sulle leve al suo fianco.

Generalmente il bottone SET permette di attivare il sistema ed i tasti “+” e “-“ permettono di aumentare o ridurre la velocità, modificando l’andatura senza bisogno di schiacciare il piede sull’acceleratore.

Comandi al Volante Cruise Control

Comandi al Volante Cruise Control

Per tornare alla guida classica basta toccare l’acceleratore o il freno e così l’autista riporterà il veicolo sotto il proprio controllo, disinserendo il comando automatico. Solitamente quando si frena è poi necessario premere nuovamente il bottone SET per ri-attivare il Cruise Control.

Un aspetto non da meno della comodità del Cruise Control è che riduce al minimo i movimenti dell’autista, come gli allungamenti sui pedali del freno e dell’acceleratore, per cui coloro che soffrono di mal di schiena e problemi alle articolazioni ne traggono un grande beneficio.

Consumi del Cruise Control

Attivare il Cruise Control permette all’automobilista di rilassarsi, e anche di risparmiare.

Impostando una velocità fissa, l’automobile consumerà il minimo di carburante rispetto all’andatura impostata, e ridurrà quindi la tendenza naturale ad aumentare o diminuire l’andatura.

In ogni caso le ultime innovazioni tecnologiche sono riuscite a migliorare anche questo aspetto per cui, grazie ad un dialogo tra Gps che calcola il percorso, e centralina del kit Cruise Control Adattivo, il sistema riesce ad ottimizzare le prestazioni.

Ad esempio, se il sistema riconosce che sul percorso sta sopraggiungendo una serie di curve strette, il Cruise Control con funzione freno ridurrà automaticamente la velocità, in modo da prevenire la necessità di un’eventuale brusca frenata da parte del guidatore.

Cruise Control Adattivo cruscotto di bordo

Cruise Control Adattivo cruscotto di bordo

Inoltre, quando abbinato al cambio automatico, il Cruise Control dell’auto offre migliori prestazioni, poiché i sistemi moderni riescono a prevedere anche il traffico di città.

Quando la vettura si trova incolonnata, la marcia si adatta di conseguenza e la velocità si regola gradualmente in base al traffico (adaptive cruise control con funzione stop) fino a fermarsi.

Su alcune vetture l’Adaptive Cruise Control è abbinato alla funzione Start Stop per lo spegnimento ed accensione automatica del motore durante la sosta al semaforo, riducendo così le emissioni.

Alcune auto con Cruise Control e Cruise Control Adattivo di serie

Il mercato dell’auto offre oggi moltissimi modelli con Cruise Control e Cruise Control Adattivo di serie, oltre ad innovativi sistemi di assistenza alla guida che aiutano il guidatore in caso di parcheggi, sterzate ed incroci con angoli ciechi.

Il Cruise Control di serie è disponibile su modelli di automobili molto popolari ed amati dagli italiani come le Audi serie A3 ed A4, sulle quali è possibile impostare la velocità di crociera tra 30 e 150 km/h e basta premere il tasto SET per memorizzare la velocità.

Sulle vetture BMW, tra cui i SUV X1 ed X3, il nuovo Adaptive Cruise Control BMW offre la possibilità di scegliere tra due caratteristiche di controllo: comoda o dinamica, con accelerazione e decelerazione che si adattano di conseguenza.

I veicoli Mercedes propongono oggi tre diversi sistemi di Cruise Control: Distronic Plus, Speedtronic e Tempomat.

Il Distronic Plus è l’evoluzione del Cruise Control Adattivo, riconosce la velocità dei veicoli che precedono e rallenta o accelera di conseguenza, lo Speedtronic funziona come un limitatore di velocità mentre il Tempomat è una versione semplificata del Distronic che permette di impostare la velocità di crociera ma non la adatta automaticamente alle condizioni del traffico.

Traffic jam assist

Traffic jam assist

La Golf 7, uno dei modelli più popolari della Volkswagen, oltre all’Adaptive Cruise Control possiede anche la funzione Front Assist che controlla permanentemente la distanza dei veicoli che precedono e supporta chi sta al volante anche quando il Cruise Control viene disattivato, nel caso sopraggiungano situazioni critiche come il rischio di un tamponamento.

Nel caso del famoso Volkswagen Tiguan, uno dei più SUV venduti al mondo, che deve parte del proprio successo anche all’uso di questa tecnologia, l’Adaptive Cruise Control è abbinato ad un display HUD che permette di tenere sotto controllo i parametri impostati, oltre a limiti di velocità e navigazione satellitare.

#tag:

Offerte Autoo

Condividi su:

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti terremo aggiornato sulle novità e le promozioni che più ti interessano

Grazie, la tua iscrizione è stata registrata correttamente.
Cruise Control Adattivo vs Cruise Control: funzionamento e differenze
Il Cruise Control o regolatore di velocità è un accessorio indispensabile e disponibile anche sulle vetture di fascia media. Oggi si fa strada il Cruise Control Adattivo che regola la velocità in base alle vetture che ci precedono.